Prenota

PER VIVERE
Matera e non solo

EVENTI tra storia e tradizione

Riscopriamo la storia di questi antichi luoghi e le tradizioni che da sempre difendiamo con orgoglio e sapienza. Qui c’è il nostro passato, ma soprattutto il nostro futuro. Il Sant’Angelo Luxury Resort ama i propri luoghi e li preserva affinchè restino incontaminati. Proprio per questo offre l’opportunità di rivivere la quotidianeità di una volta con eventi di rievocazione storica, escursioni e visite guidate, corsi sulla cucina locale e tante altre attività che sapranno farti conoscere il vero volto delle origini di Matera e farti innamorare perdutamente di un mondo senza tempo.


RICHIEDI INFORMAZIONI

Il vulture melfese

Itinerario il Melfese
Adagiata su una terrazza vulcanica alle pendici del monte Vulture, Melfi con il suo castello, imponente ed irregolare, è nota per il suo più celebre abitante: Federico II di Savoia.
Patria del grande Orazio, uno dei maggiori poeti dell’epoca romana, e di Carlo Gesualdo da Venosa, compositore rinascimentale di madrigali e di musica sacra, rientra tra i “Borghi ” più belli d’Italia.

Venosa

  • Scavi archeologici della Venosa romana;
  • Chiesa SS.Trinità : fino all’inizio degli anni 80 parlare della Trinità di Venosa significava fare riferimento al celeberrimo monumento noto come “l’Incompiuta”;
  • L’Incompiuta, costruita perfettamente in asse con la chiesa vecchia , costituisce uno dei più affascinanti episodi di ” non finito”della storia dell’architettura italiana, il cui fascino maggiore è dato ,oltre che dalla mancata compiutezza, dal riutilizzo nei parametri murari di numerosissimi frammenti romani ed ebraici,che rendono questa chiesa una parte di album da sfogliare, pietra dopo pietra,per rileggere la storia dei monumenti in disuso al momento della sua costruzione;
  • Il Castello Del Balzo: la poderosa costruzione diventa convivio artistico con il Principe Carlo Gesualdo;le sale del castello riecheggiano ancora dai suoi madrigali. Al suo interno è allestito il Museo Archeologico Nazionale ;
  • La Cattedrale di S. Andrea viene fatta costruire dal 1470 al 1502 da Pirro del Balzo. La facciata anteriore, che fu completamente rifatta, ha un portale marmoreo piuttosto semplice realizzato, nel 1512, da Cola di Conza; un atrio sopraelevato con cancellata che precede l’ingresso della chiesa conserva, murati nel basamento, frammenti di un fregio, stemmi e lastre tombali di epoca romana con iscrizioni.

RICHIEDI INFORMAZIONI

la Magna Grecia

Itinerario Magna Grecia

  • Metaponto fu una colonia greca di grande importanza dell’ VIII sec. a.C. Oggi è uno dei più interessanti centri della Magna Grecia sulla costa Jonica lucana. A Metaponto è stata individuata una vasta area di reperti archeologici e sono stati rinvenuti innumerevoli arnesi e suppellettili che si possono ammirare nel Museo di Metaponto. Gli scavi e la catalogazione del materiale portato alla luce sono tuttora in corso. Nella colonia soggiornarono filosofi e matematici, tra cui Pitagora nel VI sec. a.C.
  • Tavole Palatine costruite alla fine del VI sec. a.C. Le 15 colonne doriche di un antico tempio ancora conferiscono l’idea della grandezza culturale del luogo.
  • Museo Archeologico di Metaponto, Ospita i principali reperti rinvenuti nel territorio circostante l’antica Metaponto e alcuni reperti provenienti dalla vicina zona di Pisticci e dall’area archeologica dell’ Incoronata,  ivi situata .Il museo si articola in 4 sale: i reperti preistorici; la colonizzazione greca tra VIII secolo a.C. e VII secolo a.C.; l’integrazione tra greci e indigeni;l’età romana.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Ipogeo Matera

Ipogeo Matera Sum, nel centro storico della città, è il luogo dove spazio e tempo si fermano per raccontare storia, tradizioni e cultura di una delle città più antiche al mondo.

 

Pura emozione nelle viscere della terra.


RICHIEDI INFORMAZIONI

la murgia materana

Itinerario Murgia Timone
Murgia timone è l’altopiano che sovrasta il massiccio roccioso posto verso est, di fronte alla Civita, l’antico centro storico di Matera, dall’altra parte della gravina.
Proprio qui sorgeva il primo villaggio trincerato scoperto da Ridola, cui segue sullo stesso lato della gravina, ma oltre un burrone profondo, il sito trincerato di Murgecchia.
La scoperta del fossato, come spesso accade, fu casuale, ma Ridola capì quasi subito che si trattava di qualcosa di eccezionale.

  • Jazzo Gattini, un ovile ottocentesco in cui si possono ammirare alcuni oggetti e attrezzi tipici della cultura contadina e pastorale.
  • Madonna delle Tre Porte, a circa 300 metri sulla destra della cripta di Sant’Agnese, si incontra il Santuario rupestre della Madonna delle Tre Porte. L’originario ingresso è completamente crollato.L’interno ha pianta pseudo-rettangolare con i lati minori simmetricamente contrapposti e movimentati da tre cavità absidali.
  • Sant’Agnese: l’asceterio di Sant’Agnese denominato anche di Santa Maria dell’Arco. Un ingresso ad arco parabolico immette in una piccola cella a pianta quadrata. Sulla parete di fondo vi è un affresco di piccole dimensioni e di colori vivaci raffigurante un vescovo con mitria e mantello. Alla sua sinistra un serpente ed all’angolo opposto un orante.
  • Belvedere di Murgia Timone punto strategico da cui si può ammirare un panorama mozzafiato del rione Sassi e la Gravina di Matera, oltre ad alcune cisterne per la raccolta delle acque piovane.

RICHIEDI INFORMAZIONI

“The hotel is made from rooms carved into the rock in the ancient city of Matera. Each room is different and so fascinating. The breakfast was fantastic and the staff excellent. It was a delightful stay.”
stickwaver57, (Tripadvisor)

RICHIEDI INFORMAZIONI




Ho letto l'informativa privacy e acconsento al trattamento dei dati personali